logo Re di Quaglie
 
La residenza
Le camere - suites
Ristorante/bar
Sala Congressi

Attività
Sport e Divertimento
Caccia
Stagioni di Caccia
Servizi ai cacciatori
Consigli
Pesca

Il territorio
Il paese
La natura
Il Danubio
Le terme
Itinerari

Centro Ippico
Dati storici
La razza
La scuderia
Genealogia


Video

Fotogallery

Contatti

News


italiano  english  deutsch  se

Dati Storici

Lipizza, (ovvero "la terra dei tigli") è situata pochi chilometri a nord di Trieste e  fu scelta per l’impianto di un nuovo allevamento dell’Arciduca Carlo di Stiria, terzogenito dell’Imperatore Ferdinando I° d’Austria. Ad influenzare tale decisione contribuì la buona qualità dei cavalli che popolavano il Carso e l’Aquileiese ed il clima sanissimo della regione italiana, nonchè la vicinanza a zone con una  grande tradizione per quanto riguardava l’allevamentoe la produzione di ottimi cavalli. Il 10 maggio 1580 giunsero a Lipizza le prime "fattrici" provenienti dall’Aquileiese, dal Polesine e dal Veronese, frutto per l’appunto della secolare selezione e produzione italiana. Altre "fattrici" furono prelevate nella penisola Iberica, appartenenti ad una razza dalle eleganti movenze e di "alta statura". Poco dopo vennero, importati anche alcuni stalloni andalusi ed alcune fattrici della stessa razza. Appare comunque evidente il considerevole apporto e contributo italiano alla creazione del "nucleo di base" del nuovo allevamento, che ben presto sarebbe divenuto famoso in tutta Europa e nel mondo intero. Nasceva così la più antica Razza Equina d’Europa: "Il Cavallo Lipizzano".
La terra dei Tigli è stata territorio italiano sino alla II° Guerra Mondiale, allorché ha seguito le sorti dell’attigua Fiume. L’Italia non si è però limitata ad "ospitare" per tanti secoli questo importante patrimonio nè a fornire le prime fattrici, ma ha ulteriormente contribuito nel tempo alla formazione e selezione delle importanti linee di sangue Lipizzane. Ancora oggi due delle sette famiglie maschili originali, portano il nome degli "Stalloni Capostipite" di origine italiana.
Il moderno allevamento dei Lipizzani si basa, infatti, sui “sei ceppi” originati dagli stalloni:

  • Conversano - morello, nato nel 1767, importato da Napoli;
  • Napolitano - baio, nato nel 1790, importato da Napoli;
  • Pluto - bianco, nato nel 1765, nell’allevamento Reale Danese di Frederiksborg;
  • Favory - sauro, nato nel 1779, nell’allevamento di Corte di Kladrub;
  • Maestoso - bianco, nato nel 1773, nell’allevamento di Corte di Kladrub;
  • Siglavy - bianco, nato nel 1810, importato dall’Arabia.

L’attuale produzione del Cavallo Lipizzano allevato in purezza, deriva in definitiva da due stalloni italiani, due Klaudrub, un Danese ed un Orientale Arabo.
La Jugoslavia, e quindi anche la Serbia, al pari di Italia e Austria, è riuscita a conservare un nucleo molto numeroso e completo delle “famiglie” che compongono la Razza Lipizzana e l’importante patrimonio genetico equino selezionato da ben 427 anni; a completamento del quale si è aggiunto a pieno titolo, nel 1969, lo stallone Tulipan proveniente dalle stalle di Szilvasvarad in Ungheria.

Superfluo affermare, pertanto, che i suddetti paesi rappresentano tuttora la maggiore produttività mondiale di questo spendido quadrupede.


Per info (info) Tel/Fax+ 39 045 7550074 Tel (RS) +381 25 862350 (RS) Cell +381 64 2481896
E-mail: info@rediquaglie.com - rdq@sowireless.org